PInAC Parco 2019. Terza settimana

Gli atelier estivi di PInAC nel verde di Rezzato

Dal 26-08-2019 al 30-08-2019

La Comunità dei Cascatelli. A cura di Stefania D'Amato

Terza settimana di PInAC parco 2019: esperienze espressive collettive in PInAC e nei parchi di Rezzato, per bambine e bambini curiosi dai 6 ai 12 anni. 

Durante questa settimana di PInAC Parco partiremo insieme alla scoperta della comunità dei Cascatelli, creature immaginarie che vivono nei boschi vicino ai fiumi. Ai Cascatelli piace giocare nell’acqua e costruire strani cappelli per affrontare mirabolanti avventure. Costruiscono anche degli strumenti musicali raccogliendo ciò che la natura lascia a disposizione!

Sperimentando nuovi modi di stare insieme e di sentire, ogni giorno conosceremo qualcosa in più della comunità dei Cascatelli attraverso diverse tecniche di ricerca artistica ed esperienze nella natura. 

Come dei veri antropologi-esploratori, utilizzeremo il disegno per documentare le nostre ricerche e, ispirati dagli usi e costumi dei Cascatelli, costruiremo degli abiti e dei paramenti da indossare. Impareremo ad ascoltare la musica dei Cascatelli, e produrremo con i materiali della natura gli strumenti con cui suonarla. Conosceremo anche l’orto dei Cascatelli e sperimenteremo la piantumazione. 


Informazioni

Orari: dalle 8.30 alle 14.00. Le attività si svolgeranno dalle 9 alle 12.30. I bambini saranno accolti in PInAC a partire dalle 8.30. Dalle 12.30 alle 14.00 sarà possibile consumare un pranzo al sacco sotto la supervisione dello staff PInAC.

Quota settimanale: 70€ a bambino. 

Quota fratelli/sorelle: 60€ a bambino. 

Iscrizione a più di una settimana: €60 a bambino a settimana. 

La quota comprende tutti i materiali in uso per le attività svolte. 

Massimo 20 partecipanti. Il percorso sarà attivato al raggiungimento di 12 partecipanti. 

Info e iscrizioni: 0302792086 (Dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 12,30). servizieducativi@pinac.it

Termine iscrizioni: 7 luglio


Stefania D’Amato è illustratrice, grafica e educatrice all’arte. Di formazione antropologica, dedica poi la sua ricerca alle arti visive laureandosi in Illustrazione e Grafica per le immagini presso l’ISIA di Urbino. Partecipa a mostre e pubblicazioni collettive. Di recente ha collaborato al progetto Srebrenica - City of Hope con un murales a quattro mani. La sua ricerca artistica è un tutt’uno con la ricerca antropologica: esplora i livelli dei significati e cerca di mescolare linguaggi diversi per poter comunicare con il suo lavoro in modo semplice e diretto.

powered by (ORBITA)