Di terre e d'azzurro

Locandina della mostra

I viaggi della speranza che da millenni solcano il Mediterraneo, portando le persone da una sponda all’altra del Mare Nostrum alla ricerca di una vita migliore, sono il soggetto di una cronaca quotidiana che entra nella vita di ogni famiglia, una cronaca spesso strumentalizzata e incapace di raccontare con parole profonde le vite delle persone coinvolte.

Le immagini dei profughi in mare, degli sbarchi, dei volti senza identità in centri di accoglienza e campi profughi improvvisati, degli esodi lungo strade e ferrovie europee rischiano di irrompere nelle nostre case senza colpire le coscienze, ma inducendo assuefazione e alimentando l’indifferenza.

Con Orizzonti, a chi assiste virtualmente a queste tragedie umane si vogliono offrire strumenti per capire e parole per riflettere, per comprendere che sono in gioco le vite e le speranze di persone, donne e uomini, mamme e papà, nonni e bambini, costretti a lasciare la propria casa per le guerre e la povertà, a diventare vittime inevitabili di traffici illeciti.

Orizzonti è un progetto costruito insieme da Museo Africano Verona, Cestim Verona e LaFoglia EilVento, con la collaborazione di Fondazione PInAC e Biblioteca Civica di Verona, grazie al sostegno di Fondazione San Zeno onlus, Fondazione Cattolica, Cestim Verona e Fondazione Nigrizia Onlus.

Dal 7 aprile al 6 maggio 2017, presso la Biblioteca Civica di Verona in via Cappello 43, Fondazione PInAC presenta la mostra di disegni Di terre e d'azzurro: un omaggio a Sheradzade, bambina curdo-siriana di 10 anni, e al suo album di disegni in cui racconta con l’immediatezza del disegno l’orrore della guerra in Siria, la vita e la fame quotidiana a Idomeni e nei campi di Salonicco in Grecia.

Il 21 aprile alle 16.30, sempre presso la biblioteca civica di Verona, l'artista di PInAC Elena Tognoli condurrà un atelier per le famiglie.

Il 21 aprile alle 18, presso la sala Nervi, seguirà un incontro con il giornalista di Radio Rai Fabio Sanfilippo che racconterà la storia di Sheradzade e porterà notizie e aggiornamenti sulla situazione di Sheradzade, della sua famiglia e, con loro, delle migliaia di migranti che condividono il medesimo tragico destino.

powered by (ORBITA)